fbpx
skip to Main Content
Realtà Virtuale E Psicoterapia: L’opinione Del Dott. Pietro Largo

Realtà Virtuale e Psicoterapia: l’opinione del Dott. Pietro Largo

Il Dott. Pietro Largo, Psicologo e Psicoterapeuta, si è abilitato come Psicologo Digitale durante la terza edizione della Masterclass. Qui ci racconta la sua esperienza con la Realtà Virtuale nella sua pratica professionale.

Quando hai iniziato la tua attività clinica? E cosa ti ha spinta ad intraprendere questa professione?

Sono iscritto all’albo dal 2004, fin da ragazzo mi sono sempre interessato agli aspetti della mente umana e al “perchè” le persone pensavano o agivano in un certo modo. Questa curiosità mi ha spinto poi a intraprendere questa professione.

Hai uno studio privato? Se sì, dove?

Sì, ho uno studio privato a Rimini, presso il centro Gymnasium in Via Melozzo da Forlì.

Raccontaci: quali soluzioni di Realtà Virtuale offri ai tuoi pazienti? E per risolvere quali problemi?

Tutte quelle IDEGO , principalmente per fobie, ansia, public speaking, e tutto ciò che può essere anticipato attraverso la simulazione virtuale.

Quali sono i vantaggi che offri ai tuoi pazienti/clienti grazie agli strumenti di Realtà Virtuale?

Essendo anche ipnoterapeuta, e lavorando molto con le visualizzazioni, attraverso la Realtà Virtuale si possono creare scenari molto più aderenti alla realtà, sopratutto per quelle persone che hanno difficoltà di immaginazione.

Qual è la sfida più grande che ti poni in questo momento nel tuo lavoro?

Sicuramente quella di integrare la Realtà Virtuale nel modo più ampio possibile per farne conoscere le potenzialità ai miei pazienti e clienti.

Quali credi che siano le abilità necessarie per intraprendere un’attività come la tua?

Passione, determinazione, voglia di migliorarsi , capacità introspettiva e naturalmente intelligenza emotiva.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top
×Close search
Cerca
Cart
  • No products in the cart.