fbpx
skip to Main Content
Realtà Virtuale E Psicoterapia: L’opinione Della Dott.ssa Alice Andreoli

Realtà Virtuale e Psicoterapia: l’opinione della Dott.ssa Alice Andreoli

La Dott.ssa Alice Andreoli, Psicologa e Psicoterapeuta in Formazione, si è abilitata come Psicologa Digitale durante la terza edizione della Masterclass. Qui ci racconta la sua esperienza, parlandoci di Realtà Virtuale e Psicoterapia.

Quando hai iniziato la tua attività clinica? E cosa ti ha spinto a intraprendere questa professione?

Ho iniziato la mia attività nel 2016. Mi ha spinto ad intraprendere questa professione la curiosità per la nostra mente e il nostro mondo interiore.

Hai uno studio privato? Se sì, dove?

Si, ho uno studio privato a Villafranca di Verona. Il mio obiettivo è quello di implementare la Realtà Virtuale nell’attività clinica con i miei pazienti.

Raccontaci: quali soluzioni di Realtà Virtuale offri ai tuoi pazienti? E per risolvere quali problemi?

Tra le varie soluzioni di Realtà Virtuale proposte da IDEGO, ai i miei pazienti offro quelle relative alle Fobie, al Disturbo Ossessivo Compulsivo e alla Riabilitazione cognitiva. Inoltre, sempre mediante la Realtà Virtuale, offro loro una soluzione per il Rilassamento e la Mindfulness.

Quali sono i vantaggi che offri ai tuoi pazienti grazie agli strumenti di Realtà Virtuale?

Sicuramente l’approccio innovativo ed immersivo, ma anche la possibilità di poter sperimentare diverse esperienze direttamente all’interno del mio studio.

Quale, tra le soluzioni di IDEGO, viene più incontro alle esigenze dei tuoi pazienti/clienti? Perchè?

Credo che tutte le soluzioni proposte da IDEGO si sposino bene con le esigenze dei miei pazienti.

Ci vuoi raccontare come funziona una tua seduta/sessione tipo con la Realtà Virtuale?

Prima di tutto, si esegue una parte di colloquio, in seguito si esegue una sessione con Realtà Virtuale e al termine vi è uno spazio dedicato alla condivisione e alla rielaborazione di quanto emerso.

Quali credi che siano le abilità necessarie per intraprendere un’attività come la tua?

La più importante è sicuramente l’intraprendenza, ma è necessario avere anche una buona dose di curiosità.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top
×Close search
Cerca