skip to Main Content
Un “Mi Piace” A Questo Articolo E Facebook Saprà Chi Sei

Un “Mi Piace” a questo articolo e Facebook saprà chi sei

Bastano solamente 10 “like” per far si che Facebook ci conosca più di un collega, 70 per smascherarci più di quanto possano fare persone più intime – come amici e coinquilini – e più di 150 “Mi piace” per superare il livello di conoscenza di genitori e fratelli.

 

A dimostrarlo sono studi condotti da alcuni ricercatori delle Università di Cambridge e Stanford, i quali, affiancati da un gruppo di psicologi, hanno somministrato dei test di personalità ad un campione di 86.220 volontari. Un algoritmo creato dagli studiosi è in grado di descrivere la nostra personalità monitorando i nostri “Mi piace” sul social network più famoso al mondo. Tuttavia, un solo algoritmo non può sostituirsi ad una figura così intima come il nostro partner. In questo caso occorrerebbero ben più di 300 “like”, ma i volontari, in media, ne possedevano non più di 227. A quanto pare c’è ancora qualcuno che ci conosce meglio di Facebook.

 

Spesso tendiamo a trascurare quanto basti anche un semplice “like” per rivelare di noi molto più di quanto ci aspettiamo. Tutto ciò succede perché, mentre nella vita reale ognuno di noi è in grado di decidere volontariamente e consapevolmente cosa rivelare di noi stessi e a chi, nel mondo dei social network, dove lo spazio pubblico prende il sopravvento sul privato, basta un semplice “click” per raccontare di noi più di quanto siamo effettivamente disposti a fare.

 

Fermiamoci e proviamo a pensare all’immenso quantitativo di “like” che mettiamo, quasi svogliatamente, ogni giorno, tendiamo quasi a sottovalutarli rispetto all’importanza che diamo a un post, un commento o una foto, mentre, a nostra insaputa, Facebook sta stilando una descrizione dettagliata del nostro profilo di personalità.

Lascia un commento

Back To Top
×Close search
Cerca