skip to Main Content
Tinder: Il Take Away Della Relazione 2.0

Tinder: il take away della relazione 2.0

Tinder, la rinomata App di incontri, sembra aver liberato la pratica degli appuntamenti online dall’inibizione che la caratterizzava. Questo perché, a differenza di molti competitors, l’account è legato al profilo Facebook in modo che sia più facile e spontaneo “metterci la faccia”. 50 milioni di iscritti nel mondo, di cui 9 in Italia, presente in 196 paesi e in 30 lingue differenti, per un totale di 26 milioni di “matches” al giorno.

Ed è con questa semplicità che un’industria da 22 miliardi di euro solo in Europa, mette in atto il take away dei rapporti interpersonali 2.0.
Ma è proprio questa estrema facilità che porta con sé un preoccupante rovescio della medaglia: un uso eccessivo di Tinder può assecondare lo sviluppo di una dipendenza sessuale? Parliamo di un disturbo che si sta affacciando solo oggi, non con poche polemiche, nel DSM V, Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali, ma del quale sicuramente non si può ignorare l’esistenza. La letteratura a riguardo non è ancora vastissima, certo è che Tinder, agli occhi di una persona incline alla dipendenza sessuale, appare come un distributore automatico della sua droga preferita!
“Quad”, portale d’informazione sulle nuove dipendenze, definisce le persone affette da dipendenza sessuale come soggetti che “invece di approcciarsi alla sessualità come relazione, comunicazione, scambio di piacere, momento privilegiato dell’intimità, la vivono in modo ossessivo, divenendone dipendenti”; nella sex addiction si è portati a focalizzare i propri pensieri e comportamenti esclusivamente nella ricerca ‘immediata’ di soddisfazione sessuale.
Tra le conseguenze riscontrabili troviamo il deterioramento delle relazioni sociali e un aumento dell’ansia, ma anche svalutazione di sé e malinconia. Insomma, un disturbo che può davvero essere condizionante e che va ad intaccare la rete sociale e la progettualità di un individuo.
Se proviamo a digitare Tinder su Google, una volta superata l’ingente mole di tutorial su come usarlo efficacemente, ci imbattiamo nelle testimonianze di chi è finalmente uscito dal tunnel degli incontri online, proprio come se parlassimo di una sostanza stupefacente. Sono persone giovani, consapevoli di quanto l’App abbia influito sulla loro capacità di creare rapporti sani e vividi, minacciata dalla paura di mettersi in gioco realmente, al di là della fugace avventura di una notte.

Lascia un commento

Back To Top
×Close search
Cerca