skip to Main Content
Black Mirror: Nel 2020 Sarà Possibile Dare Un Punteggio Alle Persone

Black Mirror: nel 2020 sarà possibile dare un punteggio alle persone

Black Mirror: nel 2020 sarà possibile dare un punteggio alle persone

Nel 2020 verrà reso obbligatorio, in Cina, il punteggio del Social Credit System. Il sistema valuterà comportamenti d’acquisto, posizione di credito, amicizie e relazioni online.
Uno scenario che ricorda l’episodio Nosedive di Black Mirror, con ricompense per le persone ritenute più “affidabili”.

Di cosa si tratta?

Il Consiglio di Stato cinese ha pubblicato un documento intitolato “Pianificazione della struttura per la costruzione di un sistema di credito sociale”.

L’idea in questione è la seguente: e se ci fosse un punteggio di fiducia che valuta il singolo cittadino?

Immagina un mondo in cui molte delle tue attività quotidiane sono costantemente monitorate e valutate: cosa acquisti nei negozi e online; 
dove sei in qualsiasi momento; chi sono i tuoi amici e come interagisci con loro; cosa guardi in tv.

In realtà non è molto lontano da quello che accade già oggi.

Basti pensare ai colossi come Google, Facebook e Instagram o App di monitoraggio della salute come Fitbit, che raccolgono una valanga di dati su di noi.

Ma ora immagina un sistema in cui tutti questi comportamenti sono valutati come positivi o negativi.

Infine immagina che queste valutazioni vengano riassunte in un unico numero, secondo le regole stabilite dal governo. Ciò creerebbe il tuo punteggio cittadino e dirà a tutti se sei o meno affidabile.

Inoltre, il tuo voto sarebbe classificato pubblicamente rispetto a quello dell’intera popolazione e usato per determinare la tua idoneità per un mutuo o un lavoro, dove i tuoi figli possono andare a scuola – o anche solo le tue possibilità di ottenere un appuntamento.

Per ora, tecnicamente, la partecipazione al Citizen Scores in Cina è volontaria.
Ma entro il 2020 sarà obbligatorio. Il comportamento di ogni singolo cittadino e persona giuridica (che include ogni società o altra entità) in Cina sarà valutato e classificato, che gli piaccia o no.

In vista del lancio, il governo cinese sta adottando un approccio watch-and-learn. Il governo ha dato una licenza a otto compagnie private per elaborare sistemi e algoritmi per valutare i punteggi di credito sociale. Prevedibilmente, i giganti sopracitati attualmente gestiscono due dei progetti più noti.

Il primo è con China Rapid Finance, sviluppatore dell’applicazione di messaggistica WeChat con oltre 850 milioni di utenti attivi.  L’altro, Sesame Credit, è gestito da Ant Financial Services Group (AFSG), una società affiliata di Alibaba.

 

social_system

Quindi, come vengono valutate le persone?
 

Alibaba non divulga il “complesso algoritmo” che usa per calcolare il numero ma rivela i cinque fattori presi in considerazione. Il primo è la storia del credito.

Ad esempio, il cittadino paga la bolletta elettrica o telefonica in tempo? Poi c’è la capacità di adempimento ovvero “la capacità di un utente di adempiere ai propri obblighi contrattuali”.

Il terzo fattore sono le caratteristiche personali, ma è il quarto fattore, il comportamento e le preferenze, che diventa interessante da approfondire.

Le abitudini di acquisto di una persona, ad esempio, diventano una misura per valutarne il carattere.

Alibaba ammette che giudica le persone dal tipo di prodotti che acquistano.

“Qualcuno che gioca ai videogiochi per dieci ore al giorno, per esempio, sarebbe considerato una persona inattiva”, afferma Li Yingyun, direttore tecnologico di Sesame.

“Qualcuno che compra spesso pannolini sarebbe considerato probabilmente un genitore, che a conti fatti ha maggiori probabilità di avere un senso di responsabilità“.

Anche gli amici contano. La quinta categoria sono le relazioni interpersonali.
Condividendo ciò che il Sesame Credit definisce “energia positiva” online, buoni messaggi sul governo aumenteranno il tuo punteggio.

Pubblicare opinioni politiche o collegamenti dissenzienti citando Piazza Tiananmen non è mai stato saggio in Cina, ma ora potrebbe danneggiare direttamente il rating di un cittadino. Attualmente, il Social Credit System non penalizza direttamente le persone per essere “inaffidabili”.

Ma Hu Tao, il direttore di Sesame Credit, avverte le persone che il sistema è progettato in modo che “le persone non affidabili non possono noleggiare un’auto, non possono prendere in prestito denaro o addirittura non possono trovare un lavoro”.


Vi ricorda qualcosa?

Quando il sistema governativo diventerà obbligatorio nel 2020 le sanzioni sono destinate a cambiare radicalmente.

Il principio fondamentale è semplice: “Se la fiducia viene a mancare in un’area specifica del comportamento, le restrizioni sono imposte ovunque”, afferma il documento politico.

Ad esempio, le persone con un basso rating avranno: 

– una velocità più bassa di internet;
– accesso limitato a ristoranti, locali notturni o campi da golf;
– e la rimozione del diritto di viaggiare liberamente all’estero con, citiamo, “controllo restrittivo sui consumi all’interno delle aree di vacanza o di viaggio”.

I cittadini con punteggi bassi non saranno assunti da alcuni datori di lavoro e sarà loro impedito di ottenere alcuni posti di lavoro, incluso il servizio civile, il giornalismo e i campi legali, dove ovviamente si deve essere considerati degni di fiducia.

Che dire, il “futuro” non sembra poi così distante.

Lascia un commento

Back To Top
×Close search
Cerca