skip to Main Content
Arriva Solana: Nel 2050 Fare Sesso Con I Robot Sarà ‘normale’?

Arriva Solana: nel 2050 fare sesso con i robot sarà ‘normale’?

Sesso robotico, film distopico o realtà?

Helen Driscoll, sessuologa presso l’Università di Sunderland, sostiene che nel 2070 il sesso così come lo conosciamo oggi sarà considerato superato, primitive e obsolete, quando si tratta di appagare i propri bisogni fisiologici. L’oggetto dei nostri desideri carnali saranno infatti i robot umanoidi, sempre più simili quindi a persone reali sia dal punto di vista estetico che comportamentale.  Al CES di Las Vegas ha fatto la sua apparizione Solana, nuova creatura di McMullen, esperto di ‘real doll’, bambole umanoidi. Solana è una umanoide sessuale: sorride parla, fa citazioni e racconta storie, interagisce e appunto… fa sesso.

Sesso e Androidi, quando?

David Levy, esperto di Intelligenza Artificiale, pubblicò nel 2007 un libro intitolato “Love and sex with robot“, nel quale ipotizzata che i rapporti sessuali uomo-macchina sarebbero entrati nell’ordinaria routine entro il 2050.

La questione su cui si confrontano i sociologi che trattano questo tema è la seguente: quale sarà il ruolo di queste ‘sex dolls’? Sostituiranno le prostitute o andranno ad occupare il posto della donna all’interno di vere e proprie relazioni sentimentali?Inoltre ci si chiede: chi potrebbe essere il profilo di un acquirente di umanoidi per il sesso? Persone con problemi relazionali o con parafilie, compulsioni o feticismi?

Intanto in Spagna apre Lumi Dolls, che offre un servizio di escort-bambole-umanoidi. Ma questo sembra essere il primo step. Grazie all’Intelligenza Artificiale, infatti, questi robot diverranno in grado di interagire, imparare, evolversi, ‘umanizzarsi’ sempre di più.

This Post Has 2 Comments

Lascia un commento

Back To Top
×Close search
Cerca