skip to Main Content

CLAUSER VR

Claustrofobia e agorafobia sono ad oggi tra i disturbi d’ansia maggiormente diffusi e invalidanti. Solo in Italia dal 2 al 5% della popolazione dichiara di evitare gli spazi chiusi e le situazioni in assenza percepita di vie di fuga o possibilità di soccorso immediato in caso di malore.

Con CLAUSER VR, lo psicoterapeuta avrà a disposizione uno strumento altamente innovativo per sviluppare risorse e capacità del cliente nell’affrontare situazioni temute e precedentemente evitate. Il cliente potrà essere introdotto all’interno di uno scenario stimolo-crescente realistico e interattivo, che mima l’esposizione in vivo nel contesto protetto, sicuro e controllato dello studio del suo terapeuta.

barca clauser vr

CLAUSER VR ti permetterà di:

  • Simulare scenari complessi, strutturati e difficilmente riproducibili, ammortizzando tempi e costi dell’intervento.
  • Superare le frequenti resistenze del cliente ad esporsi all’intensità e ansiogenità dell’esperienza in vivo.
  • Regolare e graduare l’intensità dell’esposizione in base al livello di disagio percepito dal cliente.
  • Garantire le condizioni di sicurezza, intenzionalità e programmabilità richieste dal protocollo di desensibilizzazione ed esposizione graduata utilizzato.
  • Ripetere il ciclo di esposizioni potenzialmente all’infinito, fino a completa remissione ed estinzione della risposta d’ansia o al raggiungimento di un grado di tollerabilità della stessa funzionale per il cliente.
  • Sviluppare l’apprendimento di tecniche di rilassamento e gestione delle situazioni ansiogene che siano facilmente replicabili in qualsiasi contesto della vita quotidiana.
  • Favorire la modificazione di credenze disfunzionali legate ai vissuti di ansia e alla percezione di pericolo e catastroficità, in direzione di un nuovo stile cognitivo e di possibilità di accettazione e convivenza con i propri pensieri e le proprie sensazioni corporee, quali essi siano.
grotta clauser vr

Ambiti di impiego:

CLAUSER VR si configura come tool da utilizzare nel trattamento psicoterapeutico individuale di disturbi claustrofobici o agorafobici.

La psicoterapia con l’ausilio di VR presenta numerosi vantaggi, legati all’immersività e graduabilità dell’esperienza, azzeramento di costi e tempi caratteristici dell’esposizione in vivo, riduzione delle resistenze del cliente, garantendo contestualmente le condizioni di protezione e sicurezza tipiche e indispensabili nel contesto terapeutico.

Studi su larga scala condotti già a partire dagli anni ’90 in America – pubblicati e riportati dall’American Psychological Association – e da più di un decennio anche in Italia, supportano il carattere di scientificità ed efficacia del contributo della VR all’ambito psicoterapeutico, che si muove in direzione di grandi e nuove possibilità da cogliere e portare avanti con entusiasmo.

Back To Top
×Close search
Cerca