skip to Main Content
Personaggi In Analisi: Sheldon Cooper

Personaggi in analisi: Sheldon Cooper

Comportamenti stereotipati, interessi ristretti ed insoliti, rigidità di pensiero, goffaggine fisica, alto funzionamento cognitivo, sono tutte caratteristiche di chi soffre della sindrome di Asperger.

Vi ricorda qualcuno?

Se siete fan di The big bang theory starete probabilmente pensando al dottor Sheldon C.
La nota sitcom americana arrivata in Italia nel 2008 racconta la vita di un quartetto di scienziati piuttosto bizzarro; Howard, Raj, Leonard e Sheldon. I membri di questo gruppo di amici, pur mostrando caratteristiche differenti, sono accomunati da una grande intelligenza e da una forte inadeguatezza nelle relazioni sociali, specie con l’altro sesso. Su tutti spicca l’enigmatico e, perché no, ‘strambo’ Sheldon.

Tra le sue caratteristiche principali troviamo un’intelligenza di gran lunga superiore alla media (QI 187), accompagnata da una parte da un ottimo problem solving a livello scientifico e dall’altra da una mancanza di strategie in ambito sociale. Sheldon mostra, infatti, una assenza quasi totale di quella che potremmo definire “intelligenza emotiva”; egli ha molta difficoltà a riconoscere gli stati mentali ed emotivi sia suoi che degli altri, compromettendo in maniera significativa la qualità delle sue relazioni sociali. Sheldon, inoltre, non è in grado di “leggere tra le righe” e dunque di comprendere elementi come sarcasmo, umorismo, modi di dire e convenzioni sociali.

L’altra sua caratteristica rilevante è quella della rigidità; la sua routine ed il suo ordine sono estremamente abitudinari, con comportamenti stereotipati e inflessibili (basti pensare al SUO posto sul divano); ad ogni orario e giorno corrisponde poi una precisa attività e una variazione anche minima di essa manda in furia lo scienziato. Questi ultimi indicatori possono far pensare ad una personalità di tipo “ossessivo compulsivo”, proprio per la schematicità delle sue abitudini e la rigidità dei comportamenti.

Guardando più ampiamente il suo profilo, si possono notare, inoltre, alcune somiglianze con una forma di autismo ad alto funzionamento intellettivo o con quella che viene definita sindrome di Asperger.
Ovviamente mancano gli elementi per fare una diagnosi, ma resta il fatto curioso che The big bang theory metta al centro non un protagonista perfetto, ma un nerd pieno di “problematiche”, e che siano proprio queste sue stranezze a farcelo piacere così tanto.

Lascia un commento

Back To Top
×Close search
Cerca